Sabato e domenica i grandi antiquari in Fiera a Padova


logo antiquaria rid

Sabato e domenica i grandi antiquari in Fiera a Padova

Festa dell’arte antica ad Antiquaria Padova, mostra – mercato leader nel Nordest

 

(Padova 30.3.2019) Ultimi due giorni per visitare, alla Fiera di Padova, gli eleganti allestimenti di 80 antiquari italiani in quella che è la principale mostra – mercato del settore presente nel Nordest. Antiquaria Padova, giunta alla 35^ edizione e organizzata da Nef srl, propone centinaia di oggetti d’arte che partono dall’XI secolo e arrivano agli anni Novanta: preziose antichità e modernariato, in una fusione di stili che attraversa i secoli raccontando la passione per l’arte e per il fatto a mano. Molto presente il Settecento veneziano, ma anche l’Ottocento, con mobili, cristalli, porcellane, gioielli, tappeti, lampadari, specchi e tantissimi quadri, acqueforti, incisioni, decollages.

Sono davvero numerose le curiosità presenti per tutti i tipi di collezionismo e per tutte le tasche: da qualche centinaia di euro a 500 mila e oltre.

Ecco allora: gong in argento vittoriano usato per convocare all’ora del tè gli ospiti di un hotel londinese, tavolata imbandita con piatti Vecchia Ginori anni Trenta e calici in cristallo toscano e oro zecchino su tovaglia in pizzo di Cantù primi ‘900 fatta a tombolo in punto Venezia, rari piatti elemosinieri della Norimberga del Quattrocento, Madonna senese su tavola lignea del Trecento, cofanetto siculo- persiano intagliato in avorio madreperla e corno del XII secolo, vasi di Emile Gallé e cristalleria francese Daum, decollage a tema Marilyn di Mimmo Rotella, quadri di Renato Guttuso e Palma il giovane, placca in rame dorato e smalti Champlevé raffigurante la lavanda dei piedi del XII secolo, scrittorio veneziano del Settecento in legno laccato e decorato a Chinoiserie in pastiglia dorata a rilievo su fondo blu con piano scorrevole e cassettini, cofanetto nuziale Ginori in porcellana istoriata a bassorilievo del 1870 presente nel 1878 alla terza Esposizione Universale di Parigi, orologio da tavolo in bronzo L’eroe a Paris, terrecotte francesi di fine ‘700, consolle sagomata in legno laccato e dorata Settecento veneziano, tavolini in noce e radica emiliani, coppia di mori veneziani, vasca da camera della Serenissima, leone veneto porta stemma di fine Cinquecento, coppia di saliere in argento (Londra 1828) del più noto orafo argentiere inglese Paul Storr; e molto altro.

Le opere d’arte sono firmate da Palma il giovane, Albrecht Durer, Tiepolo, Picasso, Gio Ponti, Mirò, Canaletto, Guttuso, Fontana, de Pisis, Vedova, Pomodoro, pittori toscani del Trecento. Presenti anche una restauratrice al lavoro e prodotti per la cura dei mobili antichi.

Tra gli espositori di tutta Italia spiccano grandi nomi come: Tornabuoni Arte antica (Firenze), Studiolo Fine Art (Milano), Galleria Gomiero (Milano), Antichità Allegrini (Treviso), Galleria d’arte Bentivegna (Montecatini Terme), Barbara Cesaro (Padova), Mirco Spallegiani (Reggio Emilia), Optima Cecchetto (Castelfranco Veneto).

foto per comunicato Brumat

 

Ufficio stampa: Roberto Brumat 347 3020664  mail@robertobrumat.it